Questo sito utilizza cookie per ottimizzare la tua esperienza online.
Accettando di utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso di cookie da parte nostra.
Puoi eliminare e bloccare tutti i cookie di questo sito web, ma alcuni elementi del sito potrebbero non funzionare correttamente

Home / News / Pubblicazione in "Assistive Technology: The Official Journal of RESNA"

Pubblicazione in "Assistive Technology: The Official Journal of RESNA"

  • Mercoledì, 29 Gennaio 2014

La rivista “Assistive Technology: The Official Journal of RESNA” ha recentemente pubblicato il lavoro di ricerca svolto da Fumagalli in collaborazione con IRCCS “E. Medea – Ass. La Nostra Famiglia” di Bosisio Parini e il Dipartimento di Bioingegneria del Politecnico di Milano. La pubblicazione, dal titolo “Comparison of Two Pelvic Positioning Belt Configurations in a Paediatric Wheelchair” affronta la comparazione tra due sistemi di stabilizzazione per la postura seduta del bambino con PCI in carrozzina. Il confronto in merito all’efficacia del contenimento e al mantenimento dell’equilibrio del bacino utilizzando la cintura a 2 punti (fissata a 60°) o quella a 4 punti (fissata a 60° e 90°), ha prodotto alcuni risultati interessanti, in parte attesi (la maggiore efficacia della cintura a 4 punti) in parte da approfondire ulteriormente (l’angolo di trazione della cintura).

E’ stata indubbiamente una ricerca importante: il fatto stesso di essere stata prescelta per la pubblicazione su una rivista così prestigiosa nel mondo delle Tecnologie Assistive (RESNA è l’acronimo di Rehabilitation Engineering Society of North America, la società scientifica più importante al mondo che si occupa di Ausili e Tecnologie Assistive) e di averci invitato a presentarla durante i lavori del loro Congresso Annuale lo scorso 24 giugno a Seattle (USA), non può che riempirci di soddisfazione e di orgoglio. Ancora una volta un’azienda italiana (ed ancora una volta Fumagalli) ha dimostrato di avere le competenze, la creatività e la voglia di innovare che, in questi tempi di crisi, possono essere realmente una modalità per ripartire ed affrontare la tante sfide cui oggi tutti siamo chiamati.

In allegato l'articolo

Per informazioni contattare Martino Avellis, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 10518 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 Febbraio 2014 11:13